altre della regione Campania : Cilento - Irpinia - Matese - Sannio - Terra del Lavoro - Valle del Fortore -
mappa della subregione CILENTO e dei singoli Comuni   
subregione Cilento
Regione: Campania
Capoluogo: Salerno
n°comuni: 96
perimetro: 0 km (da calcolare)
superficie: 3.232 km2
superficie calcolata: 3.231,96 km2
abitanti (istat 2017): 275.118

I Comuni

Agropoli - Albanella - Alfano - Altavilla Silentina - Aquara - Ascea - Atena Lucana - Auletta - Bellosguardo - Buonabitacolo - Caggiano - Camerota - Campora - Cannalonga - Capaccio - Casal Velino - Casalbuono - Casaletto Spartano - Caselle in Pittari - Castel San Lorenzo - Castelcivita - Castellabate - Castelnuovo Cilento - Celle di Bulgheria - Centola - Ceraso - Cicerale - Controne - Corleto Monforte - Cuccaro Vetere - Felitto - Futani - Gioi - Giungano - Ispani - Laureana Cilento - Laurino - Laurito - Lustra - Magliano Vetere - Moio della Civitella - Montano Antilia - Monte San Giacomo - Montecorice - Monteforte Cilento - Montesano sulla Marcellana - Morigerati - Novi Velia - Ogliastro Cilento - Omignano - Orria - Ottati - Padula - Perdifumo - Perito - Pertosa - Petina - Piaggine - Pisciotta - Polla - Pollica - Postiglione - Prignano Cilento - Roccadaspide - Roccagloriosa - Rofrano - Roscigno - Rutino - Sacco - Sala Consilina - Salento - Salvitelle - San Giovanni a Piro - San Mauro Cilento - San Mauro la Bruca - San Pietro al Tanagro - San Rufo - Sant'Angelo a Fasanella - Sant'Arsenio - Santa Marina - Sanza - Sapri - Sassano - Serramezzana - Serre - Sessa Cilento - Stio - Teggiano - Torchiara - Torraca - Torre Orsaia - Tortorella - Trentinara - Valle dell'Angelo - Vallo della Lucania - Vibonati

vedi Cilento si wiki

Il Cilento, che insieme al Vallo di Diano è parte della Lucania occidentale, è un'area montuosa della Campania in provincia di Salerno, nella zona meridionale della regione, dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. Fino alla creazione del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni il territorio cilentano era individuato tra i paesi ai piedi del Monte della Stella (1 131 m) e altri delimitati a est dal fiume Alento,infatti quella zona viene distinta dall'intero parco nazionale e prende il nome di "Cilento antico".Per ragioni oggettive si è voluto estendere il Cilento a buona parte della provincia costiera e interna meridionale di Salerno. Anticamente il Cilento era parte della Lucania (insieme con il Vallo di Diano e il golfo di Policastro). Ne è rimasto segno nel dialetto con i suoi accenti parlato nei paesi alle pendici del Monte Stella come Omignano, Stella Cilento, Sessa Cilento,nelle tradizioni gastronomiche e nella toponomastica (Vallo della Lucania, Atena Lucana).

Patrimonio mondiale dell'umanità

Il filo della storia cilentana si dipana fino ai giorni nostri cucendo avvenimenti grandi e piccoli. Legando vicende romane (Cesare Ottaviano Augusto ne fece una provincia per allevare gli animali e coltivare alimenti destinati alle mense romane), a fatti medievali importanti (il Principato longobardo a Salerno, l'avvento dei monaci Basiliani e Benedettini, la nascita della Baronia con i Sanseverino, la loro rivolta a Capaccio nel 1246 contro Federico II), fino ai primi "moti del Cilento" del 1828, con l'insurrezione contro Francesco I di Borbone e i suoi ministri, seguiti vent'anni dopo da nuovi moti antiborbonici, quindi all'adesione all'unità d'Italia cui rapidamente seguirono gli anni del brigantaggio postunitario. Tracce, ricordi, monumenti, culture, sentieri legati a questa ricca storia sono salvaguardati grazie al Parco Nazionale del Cilento. Dal giugno 1997, il Cilento è inserito nella rete delle Riserve della biosfera del Mab-UNESCO (dove Mab sta per "Man and biosphere"): su tutto il pianeta (in oltre 80 stati) si contano circa 350 di queste particolari aree protette, che servono per tutelare le biodiversità e promuovere lo sviluppo compatibile con la natura e la cultura. Nel 1998 inserito insieme ai siti archeologici di Paestum, Velia e il Vallo di Diano, nella lista di patrimonio mondiale dell'umanità. Soria in Spagna, Koroni in Grecia, Cilento in Italia e Chefchaouen in Marocco, rappresentano i luoghi della Dieta mediterranea, iscritta alle liste del patrimonio culturale immateriale dell'umanità nel novembre 2010. Nel 2010 il Parco Nazionale del Cilento vallo di Diano ed Alburni è stato inserito nella rete europea dei Geoparchi.