DATI - MAPPA - ITINERARI - GRAFICI - LIMITROFI - STORIA - FOTO - METEO
SEZIONE STORIA

registrandoti, o eseguendo il LOGIN, potrai scrivere un nuovo argomento

brevi cenni [ torna all'indice ] [ chiudi questa sezione ]

La moderna Pescara nasce ufficialmente nel 1926, dall’unione di Castellamare Adriatico, sulla sponda sinistra del Pescara, e l’antica Piscaria, così nominata a partire dall’Alto Medioevo (XI secolo). In età romana sul luogo si trovava Aternum, importante porto e crocevia dei traffici tra Roma e le principali località adriatiche. Di questo insediamento gli scavi effettuati nel centro storico hanno riportato alla luce resti della via Tiburtina Valeria e del ponte sull’allora fiume Aternum. A testimonianza della dominazione spagnola (XVI secolo) rimane invece parte della fortezza (Bagno penale), attuale sede del Museo delle Genti d’Abruzzo.
La città è nota per aver dato i natali a personaggi noti: lo scrittore decadentista Gabriele D’Annunzio (1863-1938), protagonista non solo dei salotti più prestigiosi dell’epoca, ma anche della vita politica, alla quale partecipò compiendo gesti clamorosi (volo su Vienna, presa di Fiume), Ennio Flaiano (1910-1972), commediografo, sceneggiatore e critico, e Basilio Cascella (1860-1950), animatore della cultura pescarese soprattutto con la pubblicazione della Illustrazione Abruzzese e della Grande Illustrazione.

[ torna all'indice ][ chiudi questa sezione ]
La Fortezza [ torna all'indice ] [ chiudi questa sezione ]

Pescara - la fortezzaGiovane e dall'aspetto quasi acerbo: così appare Pescara dal punto di vista culturale. Eppure i più antichi reperti archeologici, rinvenuti sui colli che la circondano, datano i primi insediamenti urbani in questa zona intorno al 2000 a.C. (resti di Villaggio neolitico sul Colle San Silvestro).
La vera crescita di questo centro si verificò sotto l'Impero Romano quando "Aternum", questo era il suo antico nome, divenne il più importante Porto dell' Impero per le coste Illiriche e crocevia di tutti i traffici fra Roma e la via costiera dell'Adriatico. Di questo periodo nella città restano soltanto alcuni scavi nel centro storico che hanno riportato alla luce l'antica via Tiburtina Valeria con parte dell' originale ponte sul fiume, anch'esso allora chiamato "Aternum".
Si deve arrivare alla dominazione longobarda intorno all'anno 1000, per sentir parlare di "Pischaria" (mercato del pesce). Di questo periodo (XI sec.) sono i basamenti dell'antica chiesa di Santa Gerusalemme, recentemente riportatti alla luce nella zona della Cattedrale di San Cetteo.
La più significativa delle dominazioni straniere fu però senza dubbio quella spagnola intorno al 1500. Di quest'epoca è la realizzazione della Fortezza del Pescara, che si estendeva anche sull' altra sponda, della quale oggi resta in piedi il solo Bagno Borbonico, antica sede della Caserma Borbonica col Bagno Penale.

L'edificio ristrutturato di recente ospita la sede del Museo delle Genti d'Abruzzo.

[fonte]

[ torna all'indice ][ chiudi questa sezione ]